Mediexplorer

OncoNefrologia.it

OncoNefrologia :: Nefrologia Oncologica

Polimorfismi CYP3A5 e ABCB1 come predittori di esito per Sunitinib nel carcinoma a cellule renali metastatico


In studi esplorativi, sono stati associati i polimorfismi a singolo nucleotide ( SNP ) in geni candidati con l'efficacia e la tossicità di Sunitinib ( Sutent ) nel carcinoma a cellule renali metastatico ( mRCC ).

Si è determinato se le associazioni precedentemente segnalate tra polimorfismi a singolo nucleotide e tossicità indotte da Sunitinib ed efficacia nel carcinoma a cellule renali metastatico possono essere confermate in un'ampia coorte di pazienti.

I dai riguardanti i pazienti con carcinoma a cellule renali metastatico trattati con Sunitinib e con un campione di DNA disponibile sono stati raggruppati da tre studi esplorativi condotti negli Stati Uniti, in Spagna e nei Paesi Bassi.

Un totale di 22 SNP e 6 aplotipi in 10 geni candidati legati alla farmacocinetica e alla farmacodinamica di Sunitinib sono stati selezionati per il test di associazione.

I polimorfismi a singolo nucleotide e gli aplotipi sono stati testati per associazioni con tossicità, riduzione della dose, sopravvivenza libera da progressione, sopravvivenza globale e migliore risposta obiettiva.

In totale sono stati inclusi 333 pazienti.

Sono state confermate 2 delle 22 associazioni con polimorfismi a singolo nucleotide precedentemente riportate.

La presenza di CYP3A5*1 era associata a una riduzione della dose ( odds ratio, OR= 2.0; P=0.039 ). 

La presenza di CGT nell’aplotipo ABCB1 è risultata correlata a un aumento della sopravvivenza libera da progressione ( hazard ratio, HR=1.9; P minore di 0.001 ) ed è rimasta significativa dopo la correzione di Bonferroni.
Queste associazioni sono in linea con le osservazioni precedenti.

In conclusione, la conferma delle associazioni precedentemente segnalate tra polimorfismi in CYP3A5 e ABCB1 e tossicità ed efficacia di Sunitinib, rispettivamente, indica che la genotipizzazione di queste varianti genetiche sarà utile per guidare il trattamento con Sunitinib.
È necessario uno studio di validazione prospettico per confermare i risultati sui polimorfismi genetici in ABCB1 e CYP3A5. ( Xagena2015 )

Diekstra MHM et al, Eur Urol 2015; 68: 621-629

Xagena_Nefrologia_2015



Indietro